Benvenuto al Palio!

La manifestazione più importante della città di Robbio.

Scorri in giù per scoprire cosa ti aspetta

 

Tradizione e modernità convivono bene nel Rione Campagnola. La parte più antica dà verso il centro ed è composta dai vecchi quartieri robbiesi del Mergozzo e della Roggetta, mentre la parte più nuova, che fa da periferia alla città, è ricca di nuovi ed eleganti insediamenti urbani e industriali.

Stretta, in origine, tra i due "colossi" Ciot e Mulin, la Campagnola è un rione cresciuto moltissimo negli ultimi anni, tanto da essere considerata il secondo rione più popolato alle spalle del Mulin.

Il suo ‘cuore antico‘ sta proprio in Via Campagnola, nella zona vecchia e proprio questa via ha dato il nome al rione. Essendo stata per molti anni zona agricola, nel corteo storico i suoi figuranti non potevano che rappresentare il mondo agreste verso la metà di questo secolo.

I colori rionali sono il rosso (la passione) ed il verde (la campagna) e sullo stendardo la Campagnola presenta l’immagine di una giovane contadina. Patrono del rione rossoverde è San Sebastiano (san Bastian), la cui chiesetta è dislocata nell’omonima cascina inclusa nel territorio.

Tradizionalmente fortissima nei giochi di piazza, la Campagnola non si è invece quasi mai espressa ad altissimi livelli nella decisiva gara delle carriole e per questo nel suo palmares figurano solo due vittorie, quella del 1990, Palio da tutti giudicato il più combattuto nella storia di questa manifestazione, e quella del 2018, dove la Campagnola ha dominato sia nei giochi, realizzando il record di metri conseguiti, sia nella corsa della carriola. Dal 1996 i campagnoli hanno stretto un gemellaggio con i loro vicini del rione Mulin.